lunedì 8 febbraio 2016

MIGNANO MONTE LUNGO. DOPO 31 ANNI IL SINDACO ANTONIO VERDONE RIESCE AD ADOTTATE IL PUC - PIANO URBANISTICO COMUNALE

Sul Bollettino Ufficiale n. 8 dell'8 febbraio 2016 è stato pubblicato l'avviso dell'avvenuta adozione. Soddisfazione del primo cittadino di Mignano: "Stiamo scrivendo la storia di questa città!" Affissi anche dei manifesti murali...
Promesse elettorali mantenute, il Sindaco Antonio Verdone del Comune di Mignano Monte Lungo nel distinguersi dai suoi predecessori ha adottato il PUC (Piano Urbanistico Comunale). Dopo trentuno anni l'Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco dr. Antonio Verdone, con delibera di Giunta Comunale n. 5 del 25/01/2016 ha adottato il PUC (Piano Urbanistico Comunale). Sul Bollettino Ufficiale n. 8 dell'8 febbraio 2016 è stato pubblicato l'avviso dell'avvenuta adozione. Il primo cittadino Verdone, soddisfatto per l’ennesimo progetto amministrativo portato a compimento ha dichiarato- "Stiamo scrivendo la storia di questa Città. Abbiamo portato a termine l'intero programma elettorale che avevamo annunciato durante la campagna elettorale per le elezioni del maggio 2011. Il lavoro ed il nostro impegno per la nostra Mignano certamente non si fermerà qui. Continueremo a lavorare con la tenacia e la determinazione di sempre per raggiungere altri importanti obiettivi che già abbiamo messo in cantiere e che a breve presenteremo”. Il successo targato amministrazione Verdone, è stato reso noto all’intera cittadinanza mediante l’affissione di un manifesto a firma del Sindaco Antonio Verdone, in modo tale da rendere pubblica l’avvenuta adozione del piano urbanistico comunale (PUC). Per consentire una vasta divulgazione dell’atto che permetterà ai residenti ed altri di coronare i loro sogni tenuti per lungo tempo nei cassetti, pubblichiamo il manifesto integralmente. “ avviso adozione piano urbanistico comunale (p.u.c.) IL SINDACO- Vista la Legge 1150/42 e s.m. ed i. Vista la L.R. n. 14/1982 e s.m. ed i. Vista la L.R. n. 16/2004 e le direttive di cui alla D.G.R.C. n. 834/07 Visto il Regolamento di attuazione n. 5 del 4/8/2011- da notizia dell’avvenuta adozione del PIANO URBANISTICO COMUNALE (P.U.C.), adottato dalla Giunta Comunale, ai sensi dell’art. 3, comma 1, del Regolamento di attuazione n. 5 del 4/8/2011, con delibera n. 05 del 25/01/2016, immediatamente esecutiva. Gli atti della proposta di P.U.C. rimarranno depositati presso la Segreteria del Comune, a libera visione dei cittadini, per 40 (quaranta) giorni consecutivi, compresi i festivi, decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 8 dell’8/02/2016. Chiunque ne abbia interesse può prenderne visione nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e, solo il lunedì e mercoledì, anche dalle ore 15,00 alle ore 17,00. Gli elaborati saranno, altresì, consultabili sul sito web del Comune www.comune.mignanomontelungo.ce.it Durante il periodo di deposito della proposta di P.U.C. chiunque vorrà proporre osservazioni al progetto dovrà presentarle in duplice copia, di cui una su carta bollata, avendo cura di indicare nell’oggetto “Osservazione/i alla proposta di PUC”, nelle ore sopra indicate all’ufficio protocollo del Comune che ne rilascerà ricevuta. Mignano M.L., li 08/02/2016 Il SINDACO dr. Antonio Verdone”. 
Anna Izzo

***SESSA AURUNCA. TENTANO UN COLPO IN UNA ACCORSATA TABACCHERIA*** I LADRI MESSI IN FUGA DALL'ARRIVO DELLA VIGILANZA

La pattuglia dell'Istituto "Lavoro & Giustizia" è intervenuta tempestivamente sul posto a seguito di segnalazione pervenuta dalla Centrale Operativa...
Una pattuglia dell’Istituto di Vigilanza privata “Lavoro & Giustizia” ha sventato un furto ieri mattina in località Sessa Aurunca. L’episodio è avvenuto presso una noto tabacchi, per il quale la pattuglia è preposta ai controlli di sicurezza e prevenzione furti. Intorno alle 03.35, quindi all’alba, è pervenuta la segnalazione alla Centrale Operativa presso la sede “Lavoro & Giustizia” e il personale immediatamente attivava la pattuglia in servizio presso la precitata zona. I ladri, alla vista dell’auto di servizio dell’istituto di Vigilanza, si davano a precipitosa fuga. Giunto in loco anche il titolare, messo al corrente dell’accaduto dagli agenti della Coop. “Lavoro & Giustizia”.

***GIOIA SANNITICA ABBIAMO BISOGNO DI SOLDI!***PRESIDE FA INSTALLARE OTTO VIDEO POKER IN UNA SCUOLA ELEMENTARE

"E' solo una delle tante iniziative che abbiamo potuto adottare grazie al decreto #labuonascuola, che concede a noi dirigenti, l'autonomia finanziaria" Così il preside spiega il progetto alla stampa...
Fa discutere l’iniziativa del preside di una scuola elementare di Gioia Sannitica, la “Liborio Cacciottolo”, che ha fatto installare otto video poker lungo i corridoi dell’istituto. L’incredibile decisione è stata resa possibile dalla libertà che il decreto #labuonascuola concede ai dirigenti scolastici in materia di gestione economica. “La mia scuola non aveva fondi sufficienti – dichiara il Preside, Gustavo La Padula – eravamo quasi al collasso. Pensi che i bambini dovevano portarsi i piloni di cemento da casa. Non è bastato trasformare i contributi volontari dei genitori in contributi volontari obbligatori, mi serviva un’idea originale per raggiungere una soddisfacente autonomia economica”. E l’idea è arrivata. I video poker sono un’inesauribile fucina di denaro. E questo perché i bimbi, attirati dal gioco, non hanno sufficiente autocontrollo e finiscono per infilare nelle slot l’intera paghetta settimanale. Inoltre sono sempre di più i genitori che si trattengono per concedersi un “colpetto” dopo aver accompagnato i figli a scuola. “Sono molto soddisfatto dei risultati che abbiamo raggiunto – prosegue orgoglioso il preside – finora abbiamo registrato un introito netto di 11.436 euro. E sarebbero stati molti di più se il mese scorso il piccolo Jacopo non avesse imbroccato una scala reale. Comunque abbiamo fondi a sufficienza per interventi urgenti come comprare i caschetti di protezione da cantiere per i bambini, oppure togliere finalmente la copertura in amianto dalla mensa”. E c’è da giurare che questo sia solo l’inizio. Il preside La Padula, infatti, ci ha rivelato che sta già pensando di introdurre le bidelle-squillo che, oltre a rendere più interessanti le attese dei papà, faranno capire fin da subito ai bambini qual è il giusto “gender” da adottare.

***RETATA ANTIDROGA DEI CARABINIERI. ARRESTATA LA CREMA DEGLI SPACCIATORI***BLITZ AL FAMIGERATO PARCO VERDE DI CAIVANO. IN GALERA DIVERSI DELINQUENTI DELLE PROVINCE DI CASERTA E NAPOLI/nomi e foto

L'operazione di servizio è scattata stamani all'alba. In galera 36 tra pregiudicati e spacciatori di droga. Sputi e calci dei parenti di questi personaggi fuori la Caserma dei Carabinieri addosso agli stessi militari ed ai giornalisti...
Operazione di servizio dei carabinieri del Comando Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, coordinati dai Magistrati della Procura della Repubblica di Napoli ­ Direzione Distrettuale Antimafia, che hanno eseguito, stamani all'alba, 36 arresti (altre 13 persone sono indagate a piede libero) per altrettanti indagati per il reato di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti (cocaina, hashish e marijuana). Nel corso dell’attività i carabinieri hanno appurato come lo stupefacente, approvvigionato in provincia di Napoli, nel famigerato Parco Verde di Caivano, venisse poi trasportato da corrieri mediante l’occultamento su persona o all’interno di veicoli, anche in presenza di minori, utilizzati al fine di eludere i controlli. Ma non è tutto, perchè durante la fase della traduzione in carcere dalla Caserma di via Laviano a Caserta, una folla di parenti di questi personaggi hanno minacciato, sputato e inveito contro giornalisti e Carabinieri, creando veri e propri attimi di tensione. Questo la dice lunga sul modus operandi di questa gente che ha rovinato e continua a rovinare la vita di tanti ragazzi, commercializzando droghe di ogni genere. Questi i provvedimenti adottati dalla Magistratura.
IN CARCERE 
Vincenzo Merola, 23 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Ferdinando Palmieri, 24 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Sandro Moronese, 23 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Dario Cipullo, 30 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Donato Di Caprio, 52 anni, San Prisco 
Danilo Consolazio, 24 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Salvatore Natale, 51 anni, Caivano 
Andrea Silvestri, 38 anni, Caivano 
Mario Capitelli, 34 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Domenico Ferrara, 21 anni, Orta di Atella 
Alfonso Giordano, 22 anni, Orta di Atella 
Gabriele Formisano, 37 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Gabriele Consolazio, 32 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Carlo Piccirillo, 33 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Giovanna Talamo, 30 anni, Santa Maria Capua Vetre 
Angelo Prece, 33 anni, Casal di Principe 
Raffaele Ferrara, 39 anni, Orta di Atella 
Umberto Diaferia, 57 anni, Caivano 
AI DOMICILIARI 
Bruno Sannino, 22 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Tommaso Anzalone, 26 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Francesca Nappa, 25 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Antonio Santillo, 25 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Mauro Falcone, 21 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Luigi Belvedere, 24 anni, San Nicola la Strada 
Silvia Del Canto, 25 anni, Caserta 
Francesco Pettrone, 39 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Ivan Viggiano, 34 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Emanno Sorbo, 30 anni, Lugo (Ravenna) 
Giuseppe Iaiunese, 25 anni, Casal di Principe 
Francesco Caterino, 34 anni, Casal di Principe 
Italia Mottola, 32 anni, Casal di Principe 
Giovanni Cestrone, 20 anni, San Prisco 
Alessandro Mastrantonio, 27 anni, San Prisco 
Daniele Di Gennaro, 27 anni, Santa Maria Capua Vetere 
Luca Piscitelli, 22 anni, Caserta 
Dario Piscitelli, 22 anni, Caserta.
INDAGATI A PIEDE LIBERO (RICHIESTA DI ARRESTO RESPINTA)
Tiziana Barbato, Antonio Ciaramella, Francesco Cipullo, Giuseppe Cortese, Adriano De Luca, Valentina Palladino, Francesco Stellato.

RAVISCANINA. MINACCIO' IL VICINO DI CASA. UN VIGILE URBANO TUTTORA SOTTO PROCESSO AVREBBE AFFERMATO: "NON TI SPARO IN TESTA PERCHÉ HAI DUE FIGLIE"

L'udienza si è svolta nei giorni scorsi ed ora il giudice ha ammesso nuovi testimoni, aggiornando il processo al prossimo mese di giugno...
Ha minacciato il suo vicino di casa, e finisce nei guai un Vigile Urbano a processo che avrebbe addirittura affermato: “Non ti sparo in testa perché hai due figlie”. Questo è il passaggio che avrebbe "inguaiato" il vigile Aldo Nassa, in servizio a Raviscanina e difeso dall'avvocato Antonio De Cristofaro, per aver profuso minacce contro un suo vicino di casa, Cristian Barbato. E le minacce le avrebbe fatte quando si trovava in uniforme e armato. Una minaccia proferita nonostante la vittima/denunciante, avesse fra le braccia le sue due bambine. Per questi fatti accaduti nel dicembre del 2012 finì sul banco degli imputati il vigile urbano Nassa. All' udienza del processo svoltasi nei giorni scorsi, il giudice ha ammesso nuovi testimoni. I fatti avrebbero preso avvio per motivi futili, ovvero da una banalissima discussione fra vicini. Sembra che la vittima/denunciante, Barbato, con le sue due bimbe in braccio, stava discutendo con la moglie del suo vicino. Improvvisamente arrivò Nassa (l’imputato) che si schierò dalla parte della consorte sconfinando però – secondo l’accusa – oltre le righe. Il vigile urbano arrivò bene presto a minacciare pesantemente il suo vicino fino a dire: “non ti sparo in testa perché hai due bambine”. A questo punto Barbato, probabilmente, impaurito da quelle parole, rientrò in casa. Nei giorni successivi la vittima presentò denuncia che ora ha portato al processo. Diversi i testimoni che la vittima ha chiamato per sostenere la propria accusa. La prossima udienza per l'escussione di ulteriori testi è in calendario a giugno prossimo.

PIEDIMONTE MATESE. PRESTO LA CITTA' SI DOTERA' DI UN ARCHIVIO STORICO UNICO NEL SUO GENERE. AL LAVORO OTTO RAGAZZI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE

Un progetto ambizioso che si realizza grazie ai fondi del servizio civile e per la restante parte dai fondi proventi della rinuncia alle indennità di sindaco e assessori comunali...
Da documenti che giacevano abbandonati, la realizzazione, per la prima volta a Piedimonte Matese, di un archivio storico comunale mediante il loro recupero e la catalogazione. Si tratta di carte che, fino a qualche anno fa, si trovavano nei locali del Complesso di San Domenico, oggi adibiti a museo, e dell’Abbazia dei Celestini. Al lavoro sei ragazze e due ragazzi che ogni mattina si recano nella Biblioteca comunale intitolata alla principessa e poetessa Aurora Sanseverino, indossano un camice bianco, guanti e mascherina e si tuffano nella storia della propria comunità. Recuperando quelle carte dopo che erano state messe in salvo e custodite in tanti scatoloni presso l’edificio comunale. Un ottimo sistema per far svolgere ai giovani al di sotto dei 29 anni il Servizio Civile. Impegnati per un anno in progetti al servizio della loro comunità, che permettono loro di acquisire competenze lavorative ricevendo anche un rimborso spese, grazie al contributo governativo e al cofinanziamento dell’ente ospitante, in questo caso il comune di Piedimonte Matese. I giovani,quasi tutti laureati e provvisti di competenze nel settore, sono stati anche formati, rispetto al lavoro che devono svolgere, grazie alla consulenza gratuitamente messa a loro disposizione da Luigi Arrigo, direttore della Biblioteca Diocesana ed esperto professionista nel campo della organizzazione e gestione di archivi storici. L’assessore comunale Costantino Leuci, che ha ideato e seguito fin dall’inizio il progetto, ha spiegato: "già nella prima consiliatura della nostra amministrazione avevamo programmato la realizzazione di un archivio storico comunale che salvasse dall’oblio tanta parte della nostra storia e mettesse a disposizione documenti indispensabili per ricostruire il nostro passato. Ora che si sta realizzando questo obiettivo, sono particolarmente contento perché ci stanno lavorando dei giovani concittadini con tutta la loro passione e competenza". Il sindaco Vincenzo Cappello fa i suoi complimenti "ai ragazzi che stanno lavorando sotto la guida attenta di Laura Leonetti, funzionaria comunale addetta alla biblioteca. Anche questo progetto si è potuto svolgere - ha aggiunto Cappello - grazie al cofinanziamento dell’amministrazione, prelevato di fondi delle indennità di carica alle quali, da nove anni, sindaco e assessori rinunciano".

***TEANO. FINISCE SUL TAVOLO DI RAFFAELE CANTONE IL RESTAURO DEL CIMITERO*** LA DENUNCIA DELLA MINORANZA CONSILIARE GIRATA ANCHE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA

"Hanno ribassato la cifra del bando da 40mila a 19mila euro. Poi con le varianti sono ritornati a 39mila euro!" Così Forza Italia attacca il sindaco Nicola Di Benedetto che si giustifica spiegando: "C'è una relazione tecnica che giustifica tutto ciò..."
Appalto comunale per il restauro del cimitero con ribassi giudicati "vertiginosi" e una variante in corso d’opera che è andata ben oltre il limite di legge: Forza Italia vuole vederci chiaro e ha denunciato il caso alla Procura, alla polizia e all’Anac. "Non è possibile che nessuno abbia fatto caso - ha detto il commissario azzurro di Teano, Mario Toscano - che con la variante, tra l’altro molto superiore al 5 per cento come previsto per legge, sia stato concesso all'impresa una cifra finale che grazie al rialzo-variante ha finito col pareggiare il costo di partenza necessario per la realizzazione delle opere". Addio al "vertiginoso" ribasso iniziale, dunque; con buona pace per le economie dell’Ente che, tra l’altro, in questo periodo non godono certo di buona salute. Che dire poi delle tante imprese edili presenti a Teano che, forse, avrebbero eseguito il restauro per la cifra iniziale, inaspettatamente altalenante. Un episodio piuttosto singolare che, per le sue caratteristiche perlomeno inedite sul piano locale, non è sfuggito alle forze di minoranza consiliare che hanno già fatto sapere che daranno battaglia in occasione del prossimo consiglio comunale. Il sindaco di Teano, Nicola Di Benedetto (nella foto), sentito sull'argomento che sta facendo discutere tutta la città, ha voluto fornire una risposta lapidaria. "Esiste agli atti del comune - ha detto la fascia tricolore sidicina - la relazione con cui l’Ufficio tecnico motiva l’accaduto". Ma può una relazione tecnica, si è chiesto Fi Teano, giustificare eventuali errori procedurali? Da qui l’esposto in procura nel quale si fanno nomi e cognomi, si evidenziano legami politici tra l’esecutore delle opere e l’amministrazione in carica, e si snocciolano le cifre che hanno generato i dubbi. La cifra iniziale era vicina alle 40mila euro che il ribasso del 37,122 per cento ha portato a 19.792,86 euro, che però una perizia tecnica dell’Ufficio tecnico comunale ha fatto lievitare fino a 34.924,18 euro i quali, associati agli oneri per la sicurezza, arrivano a 39.077,49. Una cifra troppo simile a quella di partenza, e il caso è finito tra le mani di Cantone.

ALIFE/ALVIGNANO/PIEDIMONTE MATESE/ALTO CASERTANO. IL TREND DELLA POPOLAZIONE IN PROVINCIA DI CASERTA E' IN AUMENTO!

Checché si possa pensare che il flusso migratorio sia in aumento, i numeri smentiscono ogni pessimistica previsione. Ciorlano il più piccolo Comune della Provincia di Caserta aumenta di due unità i residenti. In calo Piedimonte Matese, Alife e Caiazzo. Positivo anche Piana di Monte Verna. Tutti i numeri...
Se dipendesse dalla provincia di Caserta l’Italia non sarebbe in crisi demografica. Gli ultimi dati Istat disponibili, che fotografano la situazione al mese di settembre 2015 – consentendo quindi anche una proiezione sul dato finale – descrivono una Terra di Lavoro sostanzialmente stabile, a quota 924mila come l’anno scorso nello stesso periodo.Tende ad assestarsi, quindi, lo scatto in avanti avvenuto nel 2013, con un incremento record di 15mila nuovi residenti. Un dato, quello del calo demografico, che vede accomunata nella stabilità anche la provincia di Napoli, mentre Sannio ed Irpinia forniscono un numero negativo nel raffronto con il 2014 e Salerno si pone in controtendenza con un lieve aumento. In linea con il dato nazionale, e in verità anche peggiore, è invece il dato relativo al tasso di mortalità, che se in Italia fa registrare un aumento di poco superiore al 10% - già di per sé il più alto in Europa - da queste parti si aggira intorno al 15%. L’Istat conta infatti fino a settembre 2015 ben 6249 decessi in tutta la provincia,contro i 5421 dello stesso periodo del 2014. Il dato finale potrebbe quindi superare le 8.000 unità, tornando indietro praticamente di un secolo. A compensare c’è una piccola ripresa delle nascite ed un saldo migratorio sempre in attivo. Per quanto riguarda i movimenti anagrafici in provincia, il capoluogo perde 365 abitanti in un anno, non riuscendo a gestire il boom del 2013. I residenti scendono da 76898 a 76533. Indice di mortalità molto alto fra la popolazione anziana ed in corrispondenza dei mesi di gennaio e luglio (periodi dell’influenza e dell’eccezionale ondata di caldo). Molti i trasferimenti nell'hinterland: aumentano infatti San Nicola la Strada (che nel settembre 2015 conta oltre 22.000 abitanti, più 200 rispetto al 2014) e Capodrise (che adesso è stabilmente al di sopra dei 10.000 abitanti laddove fino al 2012 i residenti erano 9700). Stabile invece Casapulla, dove peraltro l’incremento di 500 abitanti si è spalmato negli ultimi anni. Fra i Comuni che invece incrementano il numero di abitanti, primeggia Castel Volturno, dove un saldo positivo di 600 unità porta la popolazione oltre i 25.000 abitanti. Un trend che si ripete da tempo in virtù del saldo migratorio, e che ha fatto registrare duemila unità in più negli ultimi tre anni. Aumentano i residenti anche a San Marcellino (+ 358), Gricignano di Aversa (+290), Trentola Ducenta (+150, si inizia ad avvicinare la soglia dei 20.000 abitanti), Teverola (+144), Mondragone (+ 136), Orta di Atella (+123), Lusciano (+88), San Felice a Cancello e Casal di Principe (entrambi a + 70). Stabile Aversa, come pure Maddaloni, Sant’Arpino e Santa Maria a Vico, fra i centri maggiori perdono sia Marcianise che Santa Maria Capua Vetere. Nel primo caso vi sono 140 abitanti in meno con l’ormai acclarata discesa al di sotto dei 40.000 abitanti, mentre i residenti sammaritani sono 32.781 contro 32.914 della rilevazione di confronto. Anche in quest’ultimo caso, peraltro, a compensare ci sono gli incrementi nella popolazione dei centri vicini: aumentano infatti SanPrisco, Curti e San Tammaro. Perdono abitanti anche Sessa Aurunca (21.700, meno 163), Capua (18.820, meno 128) e Carinola (7316, meno 140). Nell'Alto Casertano Piedimonte Matese registra un saldo negativo (11.304, meno 18), Caiazzo (5.586, meno 8), Piana di Monte Verna saldo positivo (2.329, più 4), Alvignano negativo (4.835, meno 3) Ciorlano il Comune più piccolo della Provincia di Caserta positivo (427, più 2)  e Alife negativo (7621, meno 14).

***TEANO MECCANICI PARRUCCHIERI ESTETISTE UN MONDO "SOMMERSO" IN CITTÀ' *** L'ASSOCIAZIONE STOP ABUSIVO LE STA SEGNALANDO ALLA GUARDIA DI FINANZA

Diverse attività svolte a nero presso abitazioni, trasformate in veri e propri centri estetici. Officine ma anche e soprattutto un porta a porta che regge. Presto un portale internet che permetterà segnalazioni anonime che saranno girate alle forze dell'ordine...
Esercizio abusivo di attività professionali a Teano, gli artigiani "regolari" dopo anni trascorsi nell’attesa di un intervento automatico dall’alto, "magari sollecitato dai sindacati di categoria" si sono rivolti alla delegazione locale dell’associazione nazionale "Stop abusivo", denunciando la presenza di ben 17 attività professionali ombra, "sconosciute al fisco e svolte spesso presso abitazioni private e, cosa ancora più grave, con attenzione relativa rispetto alle previste norme igienico-sanitarie". La questione è da inquadrare nel computo della concorrenza sleale perché in genere queste attività abusive praticano prezzi ribassati rispetto alla concorrenza, potendo contare su minori costi di gestione. La situazione covava quindi sotto una coltre di cenere fatta di paure, di ritorsioni personali e di una buona dose di omertà da diversi anni. Ma oggi ha vinto il senso di legalità e il coraggio di chi sa di avere la coscienza a posto. Il momento è dunque di quelli epocali e Teano guida la svolta, sotto le insegne di "Stop abusivo" nazionale. Del resto, pare che addirittura alcune estetiste abusive siano arrivate ad allestire dei veri e propri centri, frequentati da decine di persone al giorno tra Teano capoluogo e le sue diciassette frazioni. Tutti casi di cui "Stop abusivo" ha preso conoscenza dalle professioniste regolari e che non poteva sottacere alle autorità preposte. Così, l’altro giorno, l’elenco dei centro estetici abusivi è stato ritrasmesso alla tenenza della guardia di finanza di Sessa Aurunca. È partito il conto alla rovescia per l’esplosione di una vera e propria raffica di controlli territoriali e domiciliari; tanto sarebbero dettagliate le segnalazioni fatte dalle estetiste regolari. All'attenzione delle fiamme gialle è stato anche sottoposto, direttamente dal presidente "Stop abusivo" di Teano, Alessandro Lepre, un protocollo d’intesa che prevede l’accesso riservato alle forze dell’ordine a un portale internet e sul quale tutti i cittadini,in forma anonima, potranno segnalare le attività commerciali e artigianali abusive. Il protocollo, che sta raccogliendo diverse adesioni, è stato anche sottoposto al vaglio dei carabinieri, della polizia e del comune di Teano. Nel mirino finiranno presto tutte le arti e professioni abusive: dai meccanici ai parrucchieri.

PRATELLA. DOMANI ULTIMO ATTO DEL CARNEVALE PRATELLESE


Una grande affluenza di pubblico sabato e domenica ha reso la manifestazione unica ed emozionante...
Si avvia alla conclusione il carnevale pratellese organizzato dal comitato pastorale "Emmaus" e dal gruppo "Amici del carnevale". Ultimo atto domani pomeriggio a Pratella centro,piazza dei Caduti e in serata appuntamento a Roccavecchia in località Selvapiana per chiudere la manifestazione di quest'anno. Una grande rande affluenza di persone sabato e domenica hanno reso il Carnevale pratellese 2017 ancora più bello e ricco di emozioni.

ALVIGNANO. IL CONSIGLIERE COMUNALE ROMANO "COLLABORARE CON IL SINDACO LADDOVE SIA POSSIBILE E' OPPORTUNO E NECESSARIO PER MIGLIORARE ALVIGNANO"

Noto con stupore che ad Alvignano l ' arte del criticare, soprattutto in modo astratto è molto diffusa....
 Con queste parole inizia il suo intervento il consigliere comunale di Alvignano Sergio Romano che poi continua "Mi preme fare questo comunicato perché qualcuno vuole strumentalizzare di sana pinta una realtà che non esiste nè in cielo e nè in terra. Fare confusione su un mio sostegno alla candidatura di Angelo Di Costanzo a candidato presidente della provincia di Caserta con altro è talmente da stupidi che i ciarlatani che parlano, sarebbe utile per il loro bene che tacessero a vita. In consiglio comunale rivesto il ruolo della minoranza e unitamente al consigliere comunale Rodolfo Valentino svolgiamo semplicemente il nostro ruolo. Poi se i soliti noti vorrebbero che le loro frustrazioni personali contro il sindaco o qualche amministratore di maggioranza gliele togliessi io ha sbagliato di grosso C ' ho sempre messo la faccia in tutto quello che ho fatto e ogni cosa l ' ho sempre denunciata pubblicamente e non solo. Sarei curioso di confrontarmi, anche pubblicamente con questi pseudo - politici che si fanno vedere e sentire sempre quasi a scadenza elettorale manco se nessuno li conoscesse. Casomai gli stessi che criticavano il mio modus operandi di opposizione ferrea sono gli stessi che criticano la mia sempre opposizione improntata più sull ' azione amministrativa che giornalistica. È vero il vecchio detto dice : la volpe quando non arriva all ' uva dice che l ' uva non è buona. Eclatante è che un noto esponente politico alvignanese qualche giorno fa mi dice che io avessi contributo all ' aumento delle tasse comunali. Ho risposto al noto professionista politico nonché dottore se avesse letto le delibere consiliari e avesse capito l ' andamento del voto. La risposta? No, non le aveva lette me sentiva la gente del paese che dicesse che le tasse sono aumentate e che anch'io, in qualità di consigliere comunale di minoranza non ho fatto nulla. Ho fatto presente all ' illustre noto politico e professionista che ho sentito dire che presso lo studio prescrive ricette di viagra al posto del diabete. Ma dove vogliamo andare se il livello politico culturale è questo. Dio mio esiste un albo pretorio e informarsi e semplice e non costa nulla e al posto di utilizzare questo becero modo di fare che contribuissero fattivamente alla società e non dicessero fesserie perché poi sul faccia a faccia abbassano tono e non solo. Anche un altro noto politico degli anni 80 molto probabilmente in accordo con il noto professionista mi ha detto la stessa storielle e ha incassato una risposta tecnica che lo ha azzittito completamente. Dico io, la mia azione è cristallina, alla luce del giorno senza se e senza ma, allora che ci mettessero tutti la faccia e senza ipocrisia alla luce del giorno mettersi in discussione. Chiacchierare è semplicissimo, agire un bel pò di meno. Se qualcuno crede che io stia non rispettando il mio ruolo sbaglia di grosso e se ne accorgerà al tempo giusto. Collaborare laddove è possibile con il sindaco l ' ho sempre detto pubblicamente che è opportuno e necessario per migliorare Alvignano e certamente il quinquennio amministrativo 2012 /2017 nel bene e nel male la maggioranza è sempre la stessa ed io e Valentino rappresentiamo la minoranza, poi se a qualcuno non sta bene, ci dispiace ma non ci interessa. Poco più di un anno e si andrà al voto e staremo a vedere cosa accadrà. Sinceramente sono sereno e tranquillo e il mio auspicio è di trovare uomini e donne che vogliono mettersi in discussione per fare e no chiacchierare, per i ciarlatani Alvignano li conosce bene e soprattutto conosce i loro nomi e cognomi". Il consigliere Sergio Romano

ALVIGNANO. NUOVO CALENDARIO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Raccolta differenziata dei rifiuti in paese, da lunedì 15 febbraio si cambia. Ad un anno esatto dalla introduzione del nuovo calendario a seguito del subentro della ditta Div.A. Divisione Ambiente del gruppo Termotetti nella gestione del sistema di igiene urbana, con risultati da subito ottimi che hanno visto la differenziata schizzare da poco più del 20% al 65%, da metà mese ci saranno importanti novità sulle frazioni di immondizia da conferire giorno dopo giorno nei diversi sacchetti... L'indifferenziato non sarà più raccolto due volte a settimana, ma solo il venerdì, mentre il martedì sarà realizzata la raccolta della carta e del cartone e del vetro presso le singole abitazioni. Il multimateriale dovrà essere depositato sempre il mercoledì, così come l'umido continuerà ad essere conferito dinanzi la porta di casa la sera prima o al mattino presto del lunedì, del giovedì e del sabato. Pile, farmaci, abiti usati e oli esausti dovranno essere lasciati negli appositi contenitori posizionati sull'intero territorio comunale, analogamente per i rifiuti ingombranti sarà aperta l'isola ecologica di via Mazzamauro il venerdì dalle ore 14,00 alle ore 16,30, ed il sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,30. Infine, la raccolta di carta e cartone, prodotti da attività commerciali ed artigianali, sarà espletata il lunedì ed il giovedì dalle ore 7,00 alle ore 9,30, fuori dai negozi una volta legati e piegati. Nell'ottica di informare correttamente e condurre i cittadini alvignanesi verso le modifiche in procinto di essere introdotte come concordato con l'amministrazione comunale del sindaco Angelo Di Costanzo, in questo come nel prossimo fine settimana, è arrivato nella piazzetta antistante il municipio l'Acchiapparifiuti, l'unità mobile per la sensibilizzazione degli utenti e la distribuzione alle famiglie del kit per la differenziata, compreso il nuovo secchiello di colore blu scuro molto più capiente ed i sacchetti di colore diverso secondo le frazioni da conferirvi all'interno.

domenica 7 febbraio 2016

***PIEDIMONTE MATESE. ALLARME SMOG ANCHE NEL CAPOLUOGO MATESINO*** RILEVATA UNA GROSSA QUANTITÀ DI POLVERI DI "GRATTA E VINCI" NELL'ARIA

Si studiano i dovuti accorgimenti. E' probabile che via Monte Muto, via Trutta e via Squedre siano chiuse al traffico. Allertata la Protezione Civile, pronta a intervenire...
Allarme smog anche a Piedimonte Matese. Quello che non ti aspetti ma purtroppo è accaduto. Polveri sottili di "Gratta e Vinci" rilevate in grossa quantità, soprattutto nei cosiddetti periodi di "punta", ovvero quando c'è un sovraffollamento nei pressi del Municipio del capoluogo matesino, quando a scaglioni molti accorrono proprio presso l'Ente matesino, chi per protestare, chi per danneggiare suppellettili e chi semplicemente per capire cosa sta accadendo. Gli indiziati principali che fomenterebbero l'inquinamento di polveri sottili di "Gratta e Vinci" sono proprio loro i tabaccai ed i bar della città, che si riempiono letteralmente, appena si svuota il Comune dalla massa di residenti "protestanti". Si studiano misure "ad hoc" per risolvere il problema, come ad esempio la chiusura a tutto il traffico veicolare di via Monte Muto, via Trutta e via Squedre. Anche via Baden Powell potrebbe rientrare tra le strade che potrebbero essere interdette a vetture e mezzi d'opera. Su questa vicenda è stata allertata anche la Protezione Civile (due giorni prima dell'emergenza, questi sono i tempi per garantire un intervento "rapido") che sta preparando un "piano".

ALIFE. IL SEGRETARIO CITTADINO DEL PD GIUSEPPE SANTAGATA ALLE PROSSIME COMUNALI PROPONE LE PRIMARIE

Accetteranno i vari Alfonso Santagata, Gianfranco Di Caprio & company? Non è dato saperlo, ma ciò che è certificato è la frammentazione del partito in città...
Ci prova il giovane segretario cittadino del Pd di Alife a riaffasciare il partito. L'impresa però è ardua. Gianfranco Di Caprio è il candidato in "pectore" indicato da molti simpatizzanti e gode di questi tempi anche l'appoggio di una nutrita schiera di concittadini che fanno parte del Comitato per la Tutela del Territorio. Da contraltare a Di Caprio c'è il medico Alfonso Santagata, vicesindaco e assessore comunale uscente, oggi in dissidio con il sindaco Giuseppe Avecone. Tornando al Santagata segretario del Pd, questi ha lanciato un appello a tutti i simpatizzanti ed iscritti ad un incontro pubblico giovedì prossimo presso l'Aula Consiliare del Municipio di Alife. Ecco il suo comunicato:
"""In vista delle imminenti comunali c'è bisogno di trovare unità all'interno del partito democratico, tra tutte le aree e correnti che esistono e c'è voglia da parte mia in qualità di segretario di trovare tale unità nel modo più democratico possibile, seguendo quelle che sono le regole dettate dal partito democratico. Ritengo pertanto di proporre un incontro tra tutti i tesserati e simpatizzanti del partito democratico giovedì sera 11 febbraio alle ore 20,00 nell'aula consiliare per fare un punto della situazione sugli avvenimenti fin qui accaduti ma soprattutto per proporre a tutti le, ormai fondamentali e importantissime, primarie per la scelta del candidato sindaco del centro sinistra. Ad Alife come in moltissimi altri comuni dove si vota il partito democratico può ed ha il dovere di trovare le soluzioni migliori per cercare l'unità e la vittoria. Essendo le primarie un metodo molto utilizzate per la scelta del candidato e per una sintesi tra le tante correnti, giovedì sera sarà mia intenzione proporre tale soluzione."""

PIANA DI MONTE VERNA. CONCORSO "LA MIA TERRA" EXPLOIT DEL GIOVANE DOMENICO FARINA GIUNTO TERZO!

Il giovane studente pianese ha conquistato il terzo posto, con il proprio elaborato tecnico raffigurante il santuario dedicato alla Madonna di Santa Maria a Marciano, venerata a Piana di Monte Verna come la "Regina dei Campi".
Si è svolta sabato 6 febbraio, presso la scuola primaria di San Giorgio in Dragoni, la cerimonia di premiazione del concorso di pittura: "La mia terra". L'iniziativa che ha messo in competizione, gli alunni delle scuole primarie del medio- Volturno è stata promossa dalle Pro-Loco di: Alvignano, Baia e Latina, Caiazzo, Castel Campagnano, Castel di Sasso, Dragoni, Formicola, Liberi, Piana di Monte Verna, Pontelatone, Ruviano e Treglia. L'alunno, Domenico Farina di Piana di Monte Verna rappresentato dalla dirigente scolastica, Cecilia Cusano, ha conquistato il terzo posto, con il proprio elaborato tecnico raffigurante il santuario dedicato alla Madonna di Santa Maria a Marciano, venerata a Piana di Monte Verna come la "Regina dei Campi". A fare gli onori di casa la Dirigente Scolastica dell'Istituto Comprensivo di Alvignano la professoressa Angelina Lanna, che ha ben accolto i sindaci dei comuni interessati i Dirigenti Scolastici degli altri Istituti Comprensivi del Medio Volturno, i Presidenti UNPLI Campania, Mario Perrotta ed UNPLI Caserta, Maria Fiore, nonchè altre autorità locali e personalità del mondo della cultura. Il progetto ha spinto gli alunni a raccontare i contesti, in cui vivono attraverso il disegno, i colori, le immagini e la memoria, per meglio descrivere il territorio del Medio-Volturno, terra di pace e armonia. Al concorso hanno partecipato circa 700 alunni e il giovane Farina è arrivato terzo! Buon sangue non mente...
Giovanna Petruccelli.

PIEDIMONTE MATESE. AVVOCATO CARLO GRILLO “MALA TEMPORA CURRUNT SED PEIORA PARANT”. I COLLEGHI DEL PRESIDENTE DELL’ORDINE LO INVITANO A DIMETTERSI.

La guerra intestina che si sta registrando tra gli avvocati di Santa Maria Capua Vetere, coinvolge in pieno il legale matesino, eletto presidente dell’Ordine ed il suo predecessore Alessandro Diana… 
Si trasferisce nelle strade cittadine la diaspora tra gli avvocati iscritti all'Ordine di Santa Maria Capua Vetere, divisi in due tronconi, dopo l’elezione ai vertici del legale Carlo Grillo di Piedimonte Matese, al posto dell’uscente Alessandro Diana che a suo tempo aveva invece fatto capire che l’avrebbe sostituito l’agguerrita Angela Del Vecchio. E siccome questa manovra non è avvenuta, perché tra gli stessi avvocati è scoppiata la guerra, oggi si registra questo ulteriore step, cioè l’affissione a firma di nove legali che compongono il Consiglio dell’Ordine. Gli stessi chiedono a gran voce che il restante gruppo del Consiglio, compreso il neo presidente Grillo, si dimettano e abbandonino la poltrona, poiché non sarebbero oramai più credibili. Ovviamente tra le prime firme che chiedono la testa di Grillo e del restante Consiglio dell’Ordine c’è quella dell’avvocato Angela Del Vecchio. Ecco il manifesto:

CLIKKA SUL MANIFESTO PER INGRANDIRLO